Equipaggiamento di bordo

L’altra sera al telegiornale, in occasione dei quarant’anni dello sbarco sulla Luna, ho sentito dire che in quella navetta e in tutte le apparecchiature utilizzate per far giungere un paio di persone a piantare una bandierina, nel luogo che è stato poi d’ispirazione per Gianni Togni, era racchiusa una tecnologia inferiore a quella di un attuale telefono cellulare. Ora che sto preparando lo zaino, questa frase mi è compagna. luna_06Dico, se questi con così “poca” tecnologia sono arrivati sulla luna, io con una Vespa e un Black Berry fino a dove diavolo mi posso spingere??? Bene, decido così di limitare al minimo indispensabile il carico di vestiti, mentre, preparando, lo zaino sono alle prese con un Pinot Nero del quale scriverò prossimamente. Lo zaino è, naturalmente, un “Invicta Monviso 3” già utilizzato in avventure quali “Inter Rail” ‘93, giro dell’Adamello e delle Dolomiti ’98 in Vespa, giro d’Italia 2005 sempre in Vespa… in sostanza un cimelio. Ben 11 maglie di tre colori diversi, ma tutte della stessa marca, riportanti la scritta quasi inquietante “Cotone organico”. Un costume da bagno, uno scampolo che chiamo pareo, qualche paio di calze, mutande, infradito, un maglione di cotone, cerata da vela in due pezzi, un bermuda, un jeans d’emergenza, “All Star” ai piedi, Ray Ban d’ordinanza, mezzo sapone da bucato e il necessario per l’igiene. C’è tutto!

 

Annunci

2 thoughts on “Equipaggiamento di bordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...