Ristorante “Vita Nova” tra le cose da scoprire a Brescia

“La gioventù va premiata” è una delle più grandi idiozie mai sentite. Perché diventa necessario premiare qualcuno per la sua età? È come gratificare il merito di qualcuno in base a una scontata variabile, che è cosa di tutti e non oggettiva peculiarità, e non per quello che di fatto produce, che crea.Restaurant, Brescia, Food, Wine

L’età diventa esaltante elemento a fronte di un lavoro ben eseguito che poi sfocia in un indubbio risultato positivo.

Pensate a quattro amici che decidono di inseguire i loro sogni, immaginate le loro dinamiche nel peggior momento economico che la nostra storia conosca, pensate al loro impegno e alla scommessa che si stanno giocando e poi invidiateli, anche perché vanno dai ventidue ai ventinove anni.Restaurant, Brescia, Food

La cosa esaltante è anche questa, vedere persone della generazione Mc Donald, fatta di ragazzine di quindici anni sfondate come se avessero avuto tredici gravidanze, aver voglia d’inventare e di far comprendere qualcosa di culturalmente più elevato e meno facile da trasmettere. Bravi!

Vita Nova” è il nome del ristorante nel quale hanno deciso di dare corpo e spessore ai loro sogni sospinti da idee lontane dalla banalità. A traghettare i palati degli avventori in un viaggio curioso e affascinante è lo chef Francesco Fascella, che ha ventidue anni, e che è stato orgoglioso allievo di Vittorio Fusari. Con lui in cucina anche Alessio Guerriero che in due, non arrivano a cinquant’anni.Pig, Food, Italian Food

La sala è nelle mani di Roberto Giannoni e Erdjan Misini e il servizio è impeccabile, attento e come di fatto dovrebbe essere ovunque (i piatti finiti non hanno superato il tempo di un minuto sotto il mio naso).

La cucina merita assolutamente una visita. Ciò che mi è piaciuto di più sono state la zuppetta di cozze al pastis (e con il giusto zafferano che adoro) e le costolette di maialino con foie gras, cipolla caramellata, mela confit e panpepato. Perfetta la cottura del maialino con la sua pelle croccante. Mi sono ripromesso di tornare presto per provare l’intero menu.Golf, Green, Food

La carta dei vini avrebbe bisogno di maggior identità per essere più attinente ai piatti ma, nasconde qualche perla di assoluto livello come il Colonnello del 2000 al quale non ho resistito.Barolo, Conterno, Wine, Italy Wine

Ai lussuriosi: andate a farci un giro! Alla stampa locale (ma pure a quella non locale) invece ricordo l’importanza della scoperta che non dev’essere fatta per il solo impegno profuso, ma per i risultati che l’impegno stesso produce. Fatevi un giro anche voi.

Per saperne di più cliccate QUI.

Advertisements

One thought on “Ristorante “Vita Nova” tra le cose da scoprire a Brescia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...