Fay, Ronco del Picchio 2005

Si può dire sia di maggior qualità un Nebbiolo di Montagna (leggi Valtellina), o uno di Langa? Ma che domanda è? Sono due cose diverse, punto.

Eppure chi cerca di accomunare Franciacorta e Champagne la butta sempre sulla qualità, come se stesse cercando le caratteristiche di uno dentro l’altro, come se ci fosse un’unità di misura a risposta della palese diversità.

Polemichina iniziale a parte, il primo amore non si scorda mai (dipende da chi/cosa, ovvio) e il mio per il Nebbiolo è sempre in costante ascesa, con buona pace di tutti quelli che negli ultimi dieci anni si sono votati unicamente alla causa del Pinot Nero.

Quello che mi sono scolato di gusto qualche giorno fa, è lo Sforzato Ronco del Picchio 2005 di Fay.

Un naso ricco, maturo ed estremamente piacevole, che tradiva una leggera ossidazione di troppo rispetto ai miei ricordi di un 2004 bevuto lo scorso anno. Secondo me attribuibile al tappo che è risultato molto, molto rigido e di facile estrazione. Un “difetto” per modo di dire, che è ravvisabile solo se si dà importanza all’annata. In tre parole, pareva più vecchio.

Un tannino dolce e uno spessore importante non hanno compromesso l’anima snella e la facilità di beva, di un vino irresistibilmente goloso, nonostante gli impercettibili 15 gradi. Durata pranzo un’ora e mezza; durata vino un’ora.

Un grande vino di Montagna. Da provare!

Annunci

3 thoughts on “Fay, Ronco del Picchio 2005

  1. se lo sa Ziliani che ti piace un vino della Elena….. chissà quando troverò il tempo per andare a salutarla
    Uno dei miei produttori preferiti in Valtellina insieme ad Ar.Pe.Pe., seppur di stile decisamente diverso.
    Di ronco del picchio devo averne ancora qualche bottiglia nascosta sotto le varie cataste di bottiglie.

  2. Questo era buono e sarebbe piaciuto anche a Franco, ne sono certo.
    Di Ar.Pe.Pe mi ha fatto letteralmente impazzire Sassella 2004, che per perfezione di stile, pulizia, complessità, frutto, espressione, insomma tutto si posizionava due gradini sopra il resto della produzione. Un vino perfettamente sferico, stupendo.

  3. Marco Fay è un ex compagno di università di Andrea..
    Ho avuto il piacere di conoscerlo un paio di anni fa ed è un ragazzo veramente in gamba.
    Anche a noi i suoi vini ci sono piaciuti, meritano di essere presi in considerazione..

    Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...