Si riparte

Si riparte.

Un sacco di cose da fare, tanta(troppa) confusione in un mondo del vino che pare una barca senza timone e le forze e le energie che ho deciso di destinare ad altro, nonché qualche problema di salute a infastidire un agosto già tormentato dal tempo, sono solo alcune delle scuse che potrei avanzare per giustificare il mio silenzio in rete… Ma credo che la mancanza di stimoli nel voler raccontare e raccontarsi, sia la ragione più plausibile.

Così ho lasciato per più di due mesi questo blog “in balia delle onde”, abbandonando a metà alcune questioni importanti che avevo solo sfiorato, quali il “Laghetto del Sala”. Argomenti che saranno ripresi grazie a nuovi elementi che possano approfondire meglio la faccenda.

A breve scriverò della vendemmia in corso(magari ancora con il fondamentale contributo di Davide Camoni) e poi ancora di territorio, della Provincia, di Andrea Arici e dei fratelli Camossi.

In ogni fine come in ogni inizio, si lascia qualcosa per strada e si trova qualcosa in “cielo”.Terminerà, con la fine di quest’anno, l’avventura Cantrina in questo progetto, ma presenteremo a giorni il frutto del lavoro degli ultimi anni, ossia Enrico Togni e la Valle Camonica in una chiave di lettura insolita, ma per noi precisa e fondamentale per “fare Territorio”.

Un altro cambiamento è stato (per chi lo avesse notato) l’abbandono da parte loro e senza preavviso al sottoscritto, del progetto Made in Brescia che ha deciso di perpetuare il suo operato altrove.

Alla fine del mese lascerò la mia casa in Franciacorta per trasferirmi nuovamente in città, in quella Brescia dall’enorme potenziale, ancora soffocata da un provincialismo imperante. La nuova tana, alle pendici del Cidneo.

I progetti in cantiere per il 2011 sono molti, a cominciare dal restyling di questo blog(che avrei voluto già dal mese di settembre), alla presentazione di nuovi vini che avranno l’intento di suggellare i propositi di questo progetto. Oltre a queste, una serie d’idee che stiamo mettendo in campo da tempo, per arricchire la nostra comprensione, migliorando i vini che produciamo e il nostro rapporto con la natura e con la vite, fonti della nostra passione.

Annunci

13 thoughts on “Si riparte

  1. Credevo di aver chiarito, quantomeno detto direttamente i motivi, per lo più del tutto estranei al mio operato, alla base della separazione tra TerraUomoCielo e MadeinBrescia.
    Spiace che il tutto non sia servito, il blog TerraUomoCielo è presente nella sidebar dei link di MiB e in ogni articolo già apparso e ripreso ho sempre riportato il luogo della sua prima apparizione in rete. Spiace perché resto convinto che tutte quelle realtà che, sia pure in modo diverso e con diverse motivazioni, operano per la valorizzazione del nostro territorio dovrebbero dialogare, supportarsi a vicenda, collaborare. Non entro nel merito delle ragioni che hanno portato a questa situazione, ribadisco, non certo per spirito pilatesco, che mi sento esterno alla stessa e che ho riconosciuto senza problema alcuno gli errori nella gestione della minima parte a me addossabile. Detto questo non mi resta che associarmi ai bentornato e augurare a questa blog nuova e lunga vita.

    1. Infatti tu hai chiarito, dopo, ma hai chiarito e io ti ho ringraziato.
      Nel post ho detto la verità(che completo ora altrimenti i lettori non capiscono), ossia che avete aperto un blog, senza prima avvertire quello che vi stava ospitando, che per altro nella colonna delle categorie riporta ancora quella nella quale scrivevi tu.
      Quanto scritto non è un atto diffamatorio alla tua persona, quindi non serve che tu ti difenda o ti giustifichi per un’accusa che non ho nemmeno formulato. Vedi tu…
      E non ho nemmeno preso le distanze dal pensiero di made in brescia nella valorizzazione del territorio(è quello che cerco di fare da anni), che per quanto mi riguarda rimane l’unico motivo per il quale potrei collaborare con chiunque, se fosse necessario.
      Ti rinnovo la mia apertura a qualsiasi dialogo che possa servire il territorio.
      Grazie per l’augurio.

      1. Nessun intento difensivo o a giustificazione Giovanni, non mi sono sentito in alcun modo accusato, volevo solo precisare il mio pensiero e la mia posizione. Ripeto il sincero augurio e colgo senza preclusioni la tua disponibilità: concordo nella tua analisi di ” tanta(troppa) confusione in un mondo del vino che pare una barca senza timone” e la estendo ad altri comparti. Questo mi convince ancora di più nel cercare coesione di fronte a realtà organizzate che hanno come principale, se non talvolta unico, motivo di esistenza la ricerca del profitto. A presto.

  2. Molto volentieri, Giovanni, tornerò a fare un punto della situazione sulla vendemmia in Franciacorta, se sei disposto ad ospitarmi per qualche riga tecnica.
    A differenza dell’anno precedente, in cui a fine agosto avevo chiara la situazione vendemmiale dell’annata, in questo freddo e piovoso 2010 la vendemmia è ritornata ad avere un “ritardo” di 15 giorni:
    si è partiti la settimana scorsa e la raccolta delle basi spumante migliori, complice il tempo, è a cavallo di questa settimana.
    Bentornato!
    Per quanto mi riguarda continuerò a seguirti e a seguire con interesse l’esito dei progetti di Terrauomocielo.
    Davide

  3. Bentornato Gio! ….Molta confusione nel mondo del vino…. specialmente tra chi parla di vino e non ha mai vissuto l’esperienza in vigna o diretta con chi lo produce! Non provarci a lasciare il blog….(con affetto, non minaccia). A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...